patriziadimare_01Pubblichiamo una sintesi della lezione, tenuta giovedì 12 Novembre 2015, dal tema “L’uomo e la malattia. Il cibo come causa e come rimedio.” della Dott.ssa Patrizia Di Mare


 

 

testo aaa

ALCUNE DEFINIZIONI DI MALATTIA:

  1. Anormale condizione dell'organismo (animale o vegetale), causata da alterazioni organiche o funzionali;
  2. In generale, qualsiasi stato patologico o alterazione dell'organismo o di un suo organo dal punto di vista anatomico o funzionale;
  3. Assenza o alterazione della condizione di benessere;
  4. Altre definizioni più… profonde
    • "La Malattia è una Specie di disarmonia, che insorge quando una parte del Tutto non vibra più all'unisono con le altre parti". (Edward Bach, medico, 1886-1936
    • "L’arte di restare sani consiste nel conservare lo stato di corretta vibrazione cellulare. Guarire e' ristabilire lo stato di equilibrio oscillatorio". (Georges Lakhovsky)
    • La malattia non nasce “per caso” o per sfortuna, ma essa nasce per il “Caos” autogenerato, inconsciamente o consciamente dall’Essere stesso che si pone in modo “anti-contro-opposto” rispetto alle Leggi che regolano gli Esseri Viventi, generando in se stesso un sistema biologico caotico, incoerente; quindi la malattia e’ la cristallizzazione, ovvero il corpo fisico caotico nel sistema Psicoecobiologico alterato rispetto alla Perfetta Salute. (By Jean Paul Vanoli)

Da cosa nasce la malattia?

II termine Malattia deriva dal termine "malato", che a sua volta proviene, per crasi ed allitterazione, dal latino "male aptus" traducibile come “malconcio – malmesso”, e da: Male-actio = mala azione = malattia indotta per azione errata, dovuta all'ignoranza della mente del soggetto.

TASSI DI MORTALITA' IN ITALIA

Indagine ISTAT pubblicata il 3 dicembre 2014 con riferimento al 2012:

Le cause di morte più frequenti in Italia sono le malattie ischemiche del cuore (75.098 casi), le malattie cerebrovascolari (61.255) e altre malattie del cuore (48.384).

I tumori maligni figurano tra le principali cause di morte.

1. Le malattie cardiovascolari: Che si tratti di malattie ereditarie o legate allo stile di vita, all’accumulo di colesterolo in eccesso o al pessimo vizio del fumo, all'ipertensione, i problemi cardiaci in genere si aggiudicano il primo posto tra le cause di morte.

2. I tumori: Non è una grande sorpresa, la seconda causa più frequente di morte, soprattutto nei Paesi industrializzati, è il tumore. Il cancro, nelle due mille sfaccettature e forme diverse, colpisce milioni di persone ogni anno. Tra le forme tumorali più “letali” e diffuse ci sono, sicuramente, il cancro ai polmoni, al seno e al colon retto.

3. Le malattie cerebrovascolari: In particolare l’ictus, conosciuto anche come infarto cerebrale. Questa pericolosa eventualità si verifica quando un’arteria, deputata al trasporto di sangue ricco di ossigeno al cervello, si ostruisce.

4. Le malattie croniche dell’apparato respiratorio

5. Gli incidenti

6. Le malattie degenerative: Legate, soprattutto, all’invecchiamento, ma non solo, le malattie degenerative che colpiscono il sistema nervoso, rendendo progressivamente la persona colpita sempre meno autonoma e autosufficiente, sono tra le cause di morte più frequenti. Un esempio su tutti? L’Alzheimer.

7. Il diabete e le malattie metaboliche: Può essere giovanile  e quindi genetico o il risultato di stili di vita e abitudini scorrette.

8. L’influenza, la polmonite e le infezioni delle vie respiratorie: Morire per una banale influenza? E’ possibile, soprattutto, ma non solo nei Paesi del sud del mondo

9. Le malattie renali: Particolarmente debilitanti, difficili da gestire e da trattare, le malattie renali mettono a dura prova l’organismo e, in molti casi ne determinano il decesso.

10. Le infezioni, l’Aids e l’Hi: Le infezioni e le malattie infettive sono “nemici” che non vanno mai sottovalutati

La maggior parte delle cause di cui abbiamo parlato hanno o non hanno un denominatore comune?

Le ha o non le ha “create” l'uomo? Sono comparse o ci sono sempre state?

.   
Come illustrato in Figura, hanno conosciuto un particolare aumento, nel periodo compreso tra il 1990 e il 2011,
soprattutto il diabete, l’ipertensione e le allergie..

Cosa è cambiato da ieri ad oggi?

        

LA CULTURA DEL CIBO, LA TAVOLA

“Dimmi cosa mangi e ti dirò chi sei”. Spesso da cosa si compra e da cosa si sceglie di mangiare si può capire l’identikit del consumatore, l’età, la formazione culturale, la professione e le abitudini e il personale stile di vita.

Nel corso degli anni è cambiato anche il modo di fare la spesa delle famiglie italiane:

  • In crescita gli italiani che acquistano i generi alimentari presso gli hard-discount;
  • In aumento gli italiani che sono soliti per la loro professione pranzare cinque giorni alla settimana fuori casa al ristorante o al bar;
  • Diminuiscono gli italiani che preferiscono pranzare a casa e considerare il pasto come un momento di condivisione;
  • Mangiamo sicuramente molta più frutta e verdura noi oggi (e di migliore qualità) di quanto ne mangiassero i nostri bisnonni.
  • Il consumo di carne e pesce è invece aumentato vertiginosamente a partire dalla fine della seconda guerra mondiale. Prima della guerra il consumo di carne e pesce era di carattere più elitario, dopo la guerra aumentano i consumi globali, rendendo accessibili le proteine animali a quasi tutti.
  • Il consumo di cereali è addirittura diminuito dagli anni '30, soprattutto a spese di cereali minori come il granoturco (il "frumentone" di una volta) e la segale. Il consumo di frumento è leggermente diminuito dagli anni '30. Quella che è cambiata è la composizione: meno pane e più pasta di vari tipi.

       

Secondo alcuni dati ISTAT sulle vendite dei prodotti alimentari al dettaglio, nel corso dei primi sei mesi del 2010 si è evidenziato:

  • un calo delle vendite per quanto riguarda la pasta, il pane, la carne, il vino e la frutta fresca;
  • una crescita dell’acquisto di prodotti surgelati, in particolare primi piatti surgelati;
  • un aumento dell’acquisto di latte, formaggi, ortaggi, salumi, olio di oliva e carne avicola.

Da questa prima considerazione si evidenzia che accanto a un cambiamento legato alla crisi economica delle famiglie italiane, si assiste anche a un cambiamento nello stile di vita e nelle abitudini alimentari.

QUINDI POTREMO DIRE CHE IL CIBO CI FA AMMALARE? ....

NO!! ...O ALMENO NON IL CIBO SANO!!!!

L'ALIMENTAZIONE E' STRUMENTO DI PREVENZIONE PRIMARIA.

              

Alcune regole della cucina preventiva:

  • Preferire i cereali integrali come pane e pasta e consumare altri cereali oltre al frumento: farro, quinoa, orzo, segale, grano saraceno;
  • Incrementare il consumo di legumi riducendo il consumo di carni;
  • Preferire in pesce e specialmente quello azzurro;
  • Inserire i semi oleosi (lino, zucca, pinoli, mandorle, noci, pistacchi,...);
  • Utilizzare molte spezie (curcuma, curry, cannella, maggiorana, …) anche per ridurre al massimo il consumo di sale;
  • Evitare i cibi precotti, preconfezionati,... PREPRONTI!;
  • Controllare i conservanti e gli additivi: meglio il cibo fresco;
  • Attenzionare i metodi di cottura.

LA BUONA TAVOLA E' SALUTARE E MI REGALA SALUTE,

IL CIBO E UN RIMEDIO NATURALE.

Un esempio l'olio d'oliva:, l'aglio, la cipolla e i cavoli:

        

AGLIO: battericida naturale, ipotensivo, protegge e stimola il cuore perchè riduce trigliceridi e colesterolo LDL, espettorante, antisettico, antibiotico, antimalarico, ipoglicemizzante, ...

CIPOLLA: riduce trigliceridi e colesterolo LDL, combatte l'aggregazione piastrinica, stimola la digestione ed il metabolismo, ricca di zolfo, ferro, potassio, magnesio, depurativa,...

CAVOLI: antiossidanti, antitumorali, ricchi di vitamina C, acido folico fibra, ...

E così via....

  • Verdure verdi;
  • Legumi;
  • Pesce azzurro;
  • Pomodoro;
  • Frutti rossi;
  • Frutta secca.

       

E per concludere:

 

Patrizia Di Mare 

           

Gli altri incontri della Dott.ssa Patrizia Di Mare


Forum

Login Form Accesso all'area riservata

La registrazione è riservata ai soci Unitre sede di Augusta.



Per registrarsi inviare una email, contenente i vostri dati (Cognome, Nome, email e Nick) a info@unitreaugusta.it

Avviso ai soci registrati

Si avvisano i soci registrati che sono inseriti n. 4 articoli "Conversazioni tra i soci" e varie Inteviste a soci

Per poterli visionare occorre accedere all'area riservata.

Statistiche

Utenti : 24
Contenuti : 1490
Link web : 18
Tot. visite contenuti : 2279967

Il tempo ad Augusta

Link Utili



Ricerca numero telefonico e altro..

logo_misterimprese
Catalogo di imprese,
numeri telefonici di ditte,
indirizzi di aziende e studi.

google-maps-logo-2
Mappe e percorsi.

Traduttore on line

logomymovies
Cinema a Siracusa