10 Giugno 2011

Sono convinta che siano pochi coloro che non hanno letto o almeno sentito parlare dei libri di Camilleri, il creatore del famoso commissario Montalbano.

Forse per questo, quando il nostro organizzatore Ugo Passanisi  ha proposto, come meta della gita di chiusura anno, la visita ai luoghi dove è stata girata la serie dei telefilm del Commissario Montalbano, l’adesione è stata massiccia.

img_0810Oltre cento soci hanno deciso di partecipare, riempiendo ben due pullman. Poteva sembrare difficoltoso gestire un gruppo così numeroso, ma tutto è andato bene. La divisione più naturale è sembrata quella già determinata dalla separazione degli autobus, così ognuno dei due gruppi ha avuto una guida.

Non appena giunti a Scicli, dopo i primi ragguagli storici sulla fondazione della cittadina sul colle di San Matteo, della quale sono ancora visibili le rovine, il racconto del catastrofico terremoto del 1693 e la conseguente ricostruzione nell’attuale sede, abbiamo iniziato  la nostra visita di questo gioiello architettonico barocco che, per la sua bellezza, è stato inserito nella lista del Patrimonio dell’Umanità dell’Unesco.

Lo splendore delle Chiese, sia come architettura esterna che come decorazioni all’interno, ha lasciato tutti i visitatori entusiasti ed orgogliosi del fatto che simili bellezze sono nella nostra bella Sicilia. In Piazza Italia abbiamo ammirato la Chiesa di S. Ignazio che ospita la Madonna delle milizie, unico esempio di Madonna a cavallo che si erge fiera con la spada sguainata in aiuto della cristianità. Si racconta, infatti, che durante la battaglia avuta luogo nel 1091 tra i Normanni del Gran Conte Ruggero d'Altavilla e i Musulmani dell'Emiro Belcane vi fu l'intervento divino della Vergine Madre. La leggenda narra che in seguito alla vittoria dei cristiani, Ruggero decise di far costruire una chiesa in onore della Madonna delle Milizie.

Molto interessanti  anche le altre chiese, quali quella di San Bartolomeo, ricca di stucchi, e quelle di S. Giovanni, S. Michele e S. Teresa, quest’ultima non più utilizzata per il culto, ma adibita come sala mostre, conferenze e concerti. Non solo le Chiese, ma anche numerosi palazzi, appartenenti alle famiglie più nobili del territorio, fanno mostra di se, tra questi Palazzo Fava e Beneventano, tra essi si potevano riconoscere quelli utilizzati dai set cinematografici del suddetto Commissario Montalbano, in particolare il Municipio, dove la stanza del Sindaco, nella finzione cinematografica, è l’ufficio del questore, e per questo oggetto di numerose foto ricordo.

Per consumare il pranzo ci siamo trasferiti a Punta Secca, località poco distante, dove, sempre per la fiction, si trova la villetta dove abita il famoso Commissario, naturalmente anche qui foto ricordo con lo sfondo della  verandina  e relativa spiaggia già tante volte viste nei telefilms. Rifocillati da un ottimo pranzo a base di pesce, ci siamo avviati verso la cittadina di Vittoria, ultima meta della nostra gita.

Essendo ormai pomeriggio inoltrato, la visita si è limitata al Teatro Comunale in stile neoclassico, che, anche se piccolo, è stato molto apprezzato.  Adiacente al teatro abbiamo visitato la Chiesa di Santa Maria delle Grazie. Dopo aver ammirato il panorama da un belvedere, gli ultimi momenti, prima di risalire sugli autobus, li abbiamo dedicati ad una veloce visione della basilica tardobarocca di San  Giovanni, patrono della città.

Dopodiché abbiamo fatto ritorno a casa, stanchi, ma  soddisfatti e arricchiti culturalmente.

Un grazie agli organizzatori e a quanti hanno collaborato alla buona riuscita.

Tania Tudisco

NOTA: Per visionare le foto riguardanti Scicli e Vittoria andare a: 'Album fotografici' o clicca qui


Commenti 

 
#5 Ugo Passanisi 2011-06-15 11:27
Cara Lina, forse il mio commento è stato frainteso: non cercavo lodi per me, ma, soprattutto, apprezzamento per il tuo lavoro, per quello di Natalina, per quello di Pippo suo marito, di Pippo Caramagno e di Franca. Comprendi? Il nostro è stato lavoro di squadra e come tale avrebbe dovuto essere riconosciuto da chi, avendo pagato 30 euro, ha pensato che tutto gli sia stato dovuto. E che dire del lavoro silenzioso e gratuito di Franco Bari e della Prof. Bella? C'è forse qualcuno, secondo te, che se ne sia accorto? Forse queste parole sono l'espressione di un mio momento di malumore o di stanchezza, per cui non le ritiro, ma me ne scuso se a qualcuno dovessero sembrare fuori luogo. Ti abbraccio con il consueto affetto. Ugo.
 
 
#4 Lina Di Grande 2011-06-15 06:30
Caro Ugo ho riletto,il tuo commento,e anche se in ritardo ti rispondo un velo di amarezza celano le tue parole,ma io so quanto lavoro e tempo si dedica per fare che tutto proceda bene,noi ci crediamo nell'Unitre e tu di più.Non ti fermare e vai sempre avanti,io ti apprezzo tantissimo(non sono solo parole)e so che tanti la pensano così,per la tua serietà,sensibi lità e precisione.Ti ringrazio per tutto,e per tutti.UN saluto affettuoso...Lina.
 
 
#3 Ugo Passanisi 2011-06-13 18:50
non certo per vanità, nè per desiderio di ringraziamenti che lasciano, comunque, anche se graditi, sempre il tempo che trovano, ma avrei gradito da almeno uno dei 104 partecipanti alla gita una parola di apprezzamento per la grande mole di lavoro organizzativo svolta, e non solo da me, per il regolare svolgimento della gita a Scicli/Punta Secca/Vittoria, prima, durante e dopo il 5 giugno u.s.
Così non è stato, ma, si sa, "nemo propheta in patria".
 
 
#2 Lina Di Grande 2011-06-11 13:27
Brava Tania,per l'articolo bellissimo dell'ultima gita Unitre,con la tua descrizione,mi hai fatto rivivere quella giornata vissuta in grande serenità,visita ndo quei luoghi che riescono a dare luce alla nostra Sicilia,che ha un grande patrimonio artistico e culturale,che spesso noi siciliani scordiamo andando cercarlo lontano.Come dice la nuova nostra canzone,Sicilia terra di uomini e Dei,il paradiso è qui...Mi auguro che nella prossima escursione possiamo apprezzare un altro angolo della nostra bella terra.
 
 
#1 Presidente 2011-06-11 05:00
Ringrazio di cuore la nostra compagna di classe Tania che, gentilmente, cogliendo il mio invito, non ha tardato a regalarci, con semplicità ed eleganza descrittiva, un ricordo di quest'ultima interessante gita di fine anno accademico. Ma mi permetterei aggiungere che l'anno non finisce quì e...chissà come potrà continuare, sia pure con le legittime vacanze estive.
Colgo anche l'occasione per ringraziarla per la collaborazione "artistica" che ci offre, fatta salva la notevole disponibiltà del marito, nostro web master, Franco,selezion ando e dandoci in visione, nell'home page, opere d'arte che arricchisto, oltrecchè il sito,il nostro spirito.
Un caro saluto a entrambi.
Pippo Caramagno
 

Forum

Login Form Accesso all'area riservata

La registrazione è riservata ai soci Unitre sede di Augusta.



Per registrarsi inviare una email, contenente i vostri dati (Cognome, Nome, email e Nick) a info@unitreaugusta.it

Avviso ai soci registrati

Si avvisano i soci registrati che sono inseriti n. 4 articoli "Conversazioni tra i soci" e varie Inteviste a soci

Per poterli visionare occorre accedere all'area riservata.

Statistiche

Utenti : 61
Contenuti : 1312
Link web : 18
Tot. visite contenuti : 1905637

Il tempo ad Augusta

Link Utili



Ricerca numero telefonico e altro..

logo_misterimprese
Catalogo di imprese,
numeri telefonici di ditte,
indirizzi di aziende e studi.

google-maps-logo-2
Mappe e percorsi.

Traduttore on line

logomymovies
Cinema a Siracusa