karmela1Sono stata invitata dal nostro Presidente a scrivere un articolo sul pomeriggio ricreativo di sabato 28 aprile, un’occasione per poter esprimere a parte lo spettacolo, un mio personale pensiero su questo importante momento di aggregazione.

Mi volevo limitare alla semplice cronaca dell’evento, ma trasgredendo questo mio occasionale ruolo di cronista, e prendendo spunto dall’intervento della Signora Franca Morana, desidero dire anch’io la mia.

I pomeriggi ricreativi, proprio per quello che rappresentano, sono quei momenti al di fuori delle lezioni in cui noi soci diventiamo “protagonisti”.

Mi spiego meglio.

L’UNI3, è quella scuola dove noi studenti ascoltiamo le lezioni ed i programmi didattici, arricchendoci culturalmente, senza una partecipazione “diretta”.

E’ ovvio che interagiamo, con le domande rivolte ai docenti, per colmare e completare i dubbi e le curiosità sulle materie in programma, ma i professori proprio per il loro ruolo sono  “i protagonisti” assoluti.

I momenti ricreativi trasformano invece i soci in veri “PROTAGONISTI”.

Questi ultimi, si esprimono in quello che meglio sanno fare, consentendo di arricchire la serata di tantissime opportunità di svago, per loro stessi e per i soci presenti. 

Una poesia, una canzone, una storia anche personale, insomma tutto quello che può servire a far gioire l’animo di chi partecipa a questi pomeriggi.

La spensieratezza di poter trovare in queste due ore, un momento per stare in allegria, tra buoni amici, senza il timore di sbagliare, anzi il contrario, e sorridere principalmente.

Quindi spronare tutti a diventare “PROTAGONISTI”, vincendo la naturale timidezza, che potrebbe emotivamente frenare chi ha tanto da dare.

Ecco cosa volevo dire.

Detto questo, mi rimetto i panni della cronista.   

E' stato un pomeriggio allegro, condotto dal bravissimo presentatore Alessandro d’Oscini ormai di casa all’UNI3. Una giovane cantante Leandra Prato, appena 14 anni che ha entusiasmato i tantissimi soci con la sua bellissima voce. E poi i soci volontari che a turno hanno intrattenuto spassionatamente, con lo scopo di divertire e divertirsi. 

Tutto reso in un modo semplice, genuino, tipico dell'UNITRE di Augusta.

                                                                                                   Carmela Bonfiglio



Commenti 

 
#1 Giovanni Spinali 2012-05-02 21:29
Il non "parlare"è sempre una comunicazione.Immersi nel mondo della televisione dove i personaggi sono bravi attori,cantanti ,ballerini,bell i,giovani,fortu nati etc..come ci dovremmo sentire noi comuni mortali? A disagio naturalmente e allora? "Chi ha più sale consa minestra".Chi ha più talento aiuta chi ne ha di meno.Sforziamoci tutti!E poi chi segue i programmi Unitre è sempre un protagonista perchè sicuramente è più sensibile e più critico rispetto al semplice cittadino immerso per tante ore davanti alla televisione.
 

Forum

Login Form Accesso all'area riservata

La registrazione è riservata ai soci Unitre sede di Augusta.



Per registrarsi inviare una email, contenente i vostri dati (Cognome, Nome, email e Nick) a info@unitreaugusta.it

Avviso ai soci registrati

Si avvisano i soci registrati che sono inseriti n. 4 articoli "Conversazioni tra i soci" e varie Inteviste a soci

Per poterli visionare occorre accedere all'area riservata.

Statistiche

Utenti : 24
Contenuti : 1348
Link web : 18
Tot. visite contenuti : 2023968

Il tempo ad Augusta

Link Utili



Ricerca numero telefonico e altro..

logo_misterimprese
Catalogo di imprese,
numeri telefonici di ditte,
indirizzi di aziende e studi.

google-maps-logo-2
Mappe e percorsi.

Traduttore on line

logomymovies
Cinema a Siracusa