franca.tesseraAndare a teatro amatoriale  è sempre un momento di allegria e relax, ma assistere ad una commedia dialettale e rivisitata, ieri sera, 28 maggio, presso il Lido CRDD di Punta Izzo è stato davvero uno spettacolo inaspettato e coinvolgente. 

La bravura dei “nuovi attori Unitrini” non solo ha stupito gli oltre 230 spettatori, ma ha dimostrato cosa significa impegnarsi e mettere passione anche in quella direzione prima sconosciuta e poi dimostrata.

personaggiI nostri bravi 19 personaggi che hanno portato in scena la commedia di Francesco Sineri “Dalle stalle alle stelle”, hanno spopolato nel salone del lido con continui applausi a scena aperta, suscitando non solo ilarità, ma tante risate. E in questo secondo anno di laboratorio il cammino sulle scene, si è visto e apprezzato.

Sappiamo che quando l’impegno e la costanza sono i primi motori di qualunque iniziativa, il risultato è quasi garantito e così è stato. Dopo ben sette mesi di prove, suggerimenti, correzioni anche un po’ brusche all’occasione, il nostro super regista, Pietro Quartarone, è riuscito a tirare fuori dai nostri “attori” quel talento sopito e sconosciuto, per regalare a tutta l’associazione Unitre e amici, uno spettacolo degno di questo nome.

E non finisce qui il risultato, perché da loro affermazione, è stato dichiarato che il primo divertimento lo hanno goduto loro stessi, in quanto durante le prove, i primi a divertirsi sono stati gli stessi protagonisti della commedia, accompagnandosi ogni volta con  dolcini e dolcetti quasi per alleviare la fatica delle prove e riprove… a scapito anche di qualche chiletto in più alla fine della “stagione teatrale”.

Ecco un obiettivo del “fare qualcosa insieme”: rafforzare l’amicizia e creare relazioni che condiscono la “minestra della vita”.

dalle stalle_1dalle stalle_2Ringraziare il regista che riesce a trasmettere la sua passione per il teatro è ben poca cosa, ma assicurargli la stima e l’affetto non solo della compagnia teatrale che ha creato in così poco tempo, ma di tutti noi unitrini, è e vuole essere il nostro grazie più sentito, e il nostro incoraggiamento a …. continuare con la sua stessa tenacia e imperterrita volontà.

Tutti meritano il nostro grazie per il ruolo recitato nel poco e nel molto, perché il mosaico alla fine è stato perfetto.        

Con questo spettacolo, è  dimostrato ancora una volta, che impegnandosi  e  insieme, si può sempre costruire qualcosa di buono per sé e per gli altri e questo dà sapore e colore alla nostra bella età.

alle stelleContinueremo a darci appuntamenti sempre con buona volontà e partecipazione per seminare attorno a noi qualche buon seme di sorrisi, di affetti, e di aiuti reciproci.

Un grazie gigante va a tutti gli “attori” che hanno creduto in quello che hanno fatto anche con sacrificio, e pur nella risata ci avete emozionati, perché avete dimostrato che non è l’età che fa la differenza, ma il cuore pieno di valori e di calore che riesce sempre a dare qualcosa in più dell’apparenza.

Grazie ragazzi, siete stati magnifici come i magnifici 37 della nostra bella corale Unitre che sempre ci regala momenti di vero gaudio e di bravura specifica.

Un abbraccio,

Franca

Nota della Redazione: Per vedere Il servizio fotografico e video della serata, clicca qui.